[Milano Today] Il Pertini cerca “amici-sostenitori”, 10 euro per avere agevolazioni

Per le biblioteche è la volta di una campagna per la ricerca di sostenitori: i servizi rimarranno gratuiti, ma i cittadini potranno sostenere le biblioteche pubbliche con una cifra simbolica di 10 euro

pertini inagurazione cinisello

Dopo la campagna di raccolta firme per salvaguardare i servizi bibliotecari a seguito dei tagli sui fondi dovuti dalla Provincia di Milano, è la volta di una campagna per la ricerca di sostenitori: i servizi rimarranno gratuiti, ma i cittadini potranno, se lo desiderano, sostenere le biblioteche pubbliche con una cifra simbolica di 10 euro.

Un sostegno economico che vuole significare una manifestazione di gradimento, di fiducia e di fidelizzazione nei confronti dei servizi bibliotecari e culturali offerti.

La sfida lanciata dal Consorzio Bibliotecario del Nord Ovest, di cui fa parte anche il centro culturale il Pertini, è quella di invitare i cittadini a riappropriarsi della biblioteca non solo come lettori/utilizzatori, ma anche come partner attivi capaci di rinnovarla, orientandone lo sviluppo e sentendosi sia custodi che promotori culturali ed economici.

A fronte del contributo, il sostenitore disporrà di una tessera correlata a una rete di convenzioni con strutture ed esercenti, facilitazioni e di accesso alle nuove proposte offerte dal Consorzio.

Fonte > cinisello-balsamo.milanotoday.it

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Stefania ha detto:

    Non sono d’accordo su questa campagna: pago le tasse e mi aspetto un “ritorno” in termini di servizi al cittadino. E’ vero, ci sono i tagli, ma questi non devono diventare una scusa per chiedere altri soldi ai cittadini che già contribuiscono (art.53 della Costituzione).

    • Tiziano Delle Noci ha detto:

      Gentilissima, ci teniamo a precisare che con il contributo a carattere volontario (che dunque non lede il principio da lei enunciato “…in ragione della loro capacità contributiva” relativo all’art 53 della costituzione) puntiamo ad offrire qualcosa in più ai cittadini in termini di servizi erogati dalle biblioteche. Inoltre stiamo progressivamente definendo la possibilità di usufruire di particolari agevolazioni/sconti che sono frutto dell’accordo con i partner convenzionati, tra i principali operatori culturali presenti sul territorio http://www.bibliodipiu.it/wordpress/convenzioni
      Per tanto e a nostro avviso questa campagna, rappresenta solo l’inizio di una sfida proprio per le condizioni da lei citate, che accogliamo positivamente per rilanciare il protagonismo culturale che è vitale le biblioteche rivestano nei territori.

      Cordiali saluti

  2. Pietro ha detto:

    Come a solito le buone intenzioni non sono seguite da buone spiegazioni.
    Se io vado al banco prestiti e voglio versare i dieci euro, non lo posso fare .
    Perché?
    Saluti.

    • Tiziano Delle Noci ha detto:

      Gentilissimo per ragioni contrattuali e di sicurezza il personale delle sedi non è autorizzato a gestire il contante. Però sono previste altre modalità di pagamento come il bancomat, l’acquisto tramite gli esercenti convenzionati e a breve l’attivazione del “borsellino online” come indicato alla pagina http://www.bibliodipiu.it/wordpress/come-sostenerci che auspichiamo possono colmare il disagio da lei riscontrato. Confidando nella sua comprensione, ringrazio e saluto cordialmente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.