Promozione Speciale Teatro Elfo Puccini – Marzo 2016




BIGLIETTI RIDOTTI a 11,50 EURO cad. (anziché 30,50 euro) fino esaurimento posti disponibili.

Prenotazioni: scrivere una mail a biglietteria@elfo.org specificando cognome, nome, numero di telefono, titolo, data e numero di posti e indicando nell’oggetto PROMO BIBLIO.

SALA BAUSCH | 1 – 6 MARZO 2016
MAR-SAB: 19:30 / DOM: 15:30
COCO. L’ULTIMO SOGNO

creato, interpretato e diretto da Teatrino Giullare
scene e mascheramenti Cicuska
musica originale di Arturo Annecchino
produzione Teatrino Giullare

immagine scheda“Ognuno di noi ha una sua leggenda stupida o meravigliosa. La mia l’hanno creata Parigi e la provincia,
gli imbecilli e gli artisti….” così Coco Chanel introduce la delicata questione tra verità e mito, identità e
leggenda, ripercorrendo con irresistibile umorismo alcune tappe della propria vita, vera o presunta.
Dopo aver portato in scena il testo incompiuto di Koltès, Teatrino Giullare torna a indagare il mito della
celeberrima icona della moda con una scrittura originale che ne compone un ritratto divertente,
doloroso, appassionato e potente, il ritratto di una donna che fino all’ultimo non ha mai smesso di
combattere, una figura emblematica che da un lato ha rivoluzionato il ruolo della donna nella società e
nel lavoro e dall’altro ha preso parte a pagine oscure della storia.
_____________

SALA FASSBINDER |8 – 13 MARZO 2016
MAR-SAB: 21:00 / DOM: 16:30
GYULA

una piccola storia d’amore
scritto e diretto da Fulvio Pepe
con Ilaria Falini, Orietta Notari, Gianluca Gobbi, Enzo Paci, Alberto Astorri, Nanni Tormen, Ivan Zerbinati, Alessia
Bellotto, Pietro Bontempo, Laura Cleri, Massimiliano Sbarsi
produzione Fondazione Teatro Due

immagine schedaIn un paese lontano, sospeso nel tempo e nello spazio, vive un ragazzo diverso, Gyula, amorevolmente
cresciuto e protetto da mamma Eliza. Intorno a loro si raccoglie un vicinato racchiuso in poche strade,
un bar e una vecchia falegnameria. Persone semplici, senza pretese né slanci, che “sopravvivono” a
un’esistenza scandita dalla routine delle piccole occupazioni e preoccupazioni quotidiane. Complici una
serie di prodigiose coincidenze, Gyula, personaggio di lacerante purezza e di tenera ingenuità, riuscirà a
incidere la grevità della realtà che lo circonda, divenendo l’artefice di un piccolo, grande miracolo che
convincerà tutti che è possibile librarsi in alto e credere che esista sempre un’altra possibilità.
_____________

SALA SHAKESPEARE | 15 – 20 MARZO 2016
MAR-SAB: 20:30 / DOM: 16:00
TI REGALO LA MIA MORTE, VERONIKA

di Rainer Werner Fassbinder
traduzione e adattamento di Antonio Latella e Federico Bellini
tratto dal film Veronika Voss
regia Antonio Latella
con Monica Piseddu, Valentina Acca, Massimo Arbarello, Fabio Bellitti, Caterina Carpio, Sebastiano Di Bella, Estelle Franco, Nicole Kehrberger, Fabio Pasquini, Annibale Pavone, Maurizio Rippa
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione

immagine schedaAntonio Latella, a tre anni dal suo pluripremiato allestimento di “Un tram che si chiama desiderio”,
prosegue l’analisi dell’universo femminile con uno spettacolo che guarda ai miti del cinema europeo. Il
regista torna a Rainer Werner Fassbinder a distanza di quasi dieci anni: era infatti del 2006 la sua
rilettura teatrale di “Le lacrime amare di Petra von Kant”. La base di questo nuovo lavoro non è però un
testo teatrale dell’autore bavarese, ma la sua opera cinematografica. Partendo dalla rievocazione della
vicenda di Veronika Voss – stella cinematografica del Reich, caduta in disgrazia dopo la caduta del
potere hitleriano – Latella firma un omaggio allo stesso tempo appassionato e rigoroso al grande regista
tedesco condividendone la predilezione per un mondo di sconfitti, di vinti, di cosiddetti “rifiuti della
società”.
_____________

TEATRO ELFO PUCCINI – CORSO BUENOS AIRES 33

TEL. 02.00.66.06.06 – biglietteria@elfo.org – www.elfo.org

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.